LUISS

Programma

Programma 2008 – 2009  

A.A. 2007/2008

Facoltà Scienze Politiche

Corso di laurea Magistrale in Relazioni internazionali

Settore sc. disc. IUS/13

Numero totale di crediti 4
II anno – III semestre

Obiettivi formativi del corso

Fornire un quadro aggiornato e, nei limiti del possibile esauriente, delle finalità e delle modalità operative dei principali sistemi regionali di cooperazione politica e dello studio dell’organizzazione universale, le Nazioni Unite, condotto nel triennio.

Contenuto del corso
Il corso si propone di illustrare, focalizzando l’analisi sugli esempi più rilevanti per le singole aree geografiche, la struttura, i meccanismi e le tipologie di intervento delle principali organizzazioni regionali operanti nel settore della cooperazione politica a tutela di valori condivisi della Comunità internazionale: dalla prevenzione dei conflitti e gestione delle crisi attraverso operazioni di peace-keeping, post conflict peace-building o di vero e proprio peace-enforcement al riconoscimento e alle differenti forme di tutela apprestate al principio democratico alla rule of law, al rispetto dei diritti umani.

Muovendo da una indispensabile precisazione della nozione di “organizzazione regionale”, che ne definisca i confini sul piano giuridico, sarà analizzato il rapporto tra tali raggruppamenti regionali e l’organizzazione universale, le Nazioni Unite, con una attenzione particolare al peace-keeping ed alle differenti modalità di conduzione delle operazioni comportanti l’impiego della forza armata, anche alla luce del dibattito in corso e delle recenti modifiche intervenute nel sistema delle Nazioni Unite.

A tal fine verranno prese in considerazione tanto le disposizioni rilevanti della Carta delle Nazioni Unite (in particolare, il cap. VIII) e le corrispondenti previsioni di raccordo contenute negli statuti regionali, quanto la prassi più recente che registra una evoluzione, nel tradizionale rapporto di complementarietà tra Nazioni Unite e organizzazioni regionali, in senso favorevole agli interventi di queste ultime; una ulteriore conferma in tal senso si riscontrerà nelle più recenti proposte di modifica del sistema ONU avanzate dal panel di esperti convocato dal Segretario generale.

Attenzione particolare nel contesto illustrato viene riservata ai sistemi di cooperazione di 3 diverse aree regionali: quello interamericano, quello europeo (considerando le sinergie, nella prospettiva suindicata, delle diverse organizzazioni, OSCE, UE, Consiglio d’Europa, NATO, CSI); quello africano, con un costante riferimento alla prassi recente.

Testi di riferimento

Dispense a cura del Docente;

Le organizzazioni regionali e il mantenimento della pace nella prassi di fine XX secolo, (a cura di F. Lattanzi e M. Spinedi), Napoli, Editoriale scientifica, 2004.
Una prova scritta finale a titolo di parziale esonero; esami orali.

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.