LUISS

LUISS Entrepreneurship for Development Center (LED) ff

/* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Table Normal”; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:””; mso-padding-alt:0in 5.4pt 0in 5.4pt; mso-para-margin:0in; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;}

Durante il corso svolgerò i seguenti moduli:

Strategie imprenditoriali.

Opportunity recognition and evaluation è primo processo decisionale con cui ogni imprenditore si confronta nella fasi iniziali del proprio progetto. In questo modulo il processo di riconoscimento e valutazione delle opportunità imprenditoriali viene definito nelle sue parti e investigato in modo da permettere agli studenti di strutturare i propri progetti imprenditoriali attorno ai core concept emersi durante la discussione.

Successivamente, l’imprenditore è chiamato a definire le strategie volte a determinare il posizionamento competitivo dell’impresa e a realizzare la produzione di valore contenuta nella propria value proposition. Nella seconda parte di questo modulo verranno discusse proprio queste strategie e la relazione tra l’orizzonte strategico di una startup e la costruzione di un vantaggio competitivo sostenibile.

Costruire Imprese Aperte.

L’idea centrale attorno cui ruota il modulo è quella di Open Innovation, recentemente divenuta un core concept applicato non solo da startup ad alto contenuto tecnologico, ma anche da imprese di grandi dimensioni come IBM. Lo scopo del presente modulo è quello di analizzare le strategie tramite le quali realizzare modelli di impresa basati proprio sull’Open Innovation, e dunque innovativi e aperti alla collaborazione con un network di diversi soggetti. Il modulo si propone di definire i driver tramite i quali il modello d’innovazione aperta produce valore, e di mostrare come tali driver possano essere combinati in modo diverso allo scopo di creare diversi modelli di business.

Modelli Imprenditoriali a Confronto.

Il presente modulo si propone di confrontare due tipologie opposte di modelli o “stili” imprenditoriali, ovverosia di modi di individuare le opportunità da perseguire, di generare idee creative, di realizzare concretamente l’impresa, di gestirne i rapporti con i diversi stakeholder, di progettare e creare la struttura organizzativa e gli obiettivi strategici della impresa in fieri. I due modelli imprenditoriali presi in esame si riferiscono a due tradizioni fondamentali. Il primo, promosso dal professor Scott Shane (Weatherhead School of Management, USA) è un approccio che si può definire razionalistico, e si basa sull’analisi di fattori che determinano l’incontro tra l’offerta di opportunità imprenditoriali e la domanda di queste opportunità da parte di aspiranti imprenditori. Il secondo, sostenuto dalla professoressa Saras Sarasvathy (Darden School of Business, USA), è di stampo evoluzionista e definisce l’attività imprenditoriale come un processo adattivo, che si viene a costituire a partire dal network di stakeholder che l’imprenditore riesce a mobilitare e sfocia nella creazione di nuovi mercati. La scelta di un modello imprenditoriale piuttosto che un altro determina un diverso approccio, e contestualmente fornisce una diversa guida, alla creazione di una nuova impresa.

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.