LUISS

Dinamiche industriali (sett – dic 16)

Dinamiche industriali – Francesco Rullani (frullani@luiss.it)

Obiettivo del corso:

L’obiettivo principale di questo corso è di consentire agli studenti di comprendere e analizzare le forze che determinano le dinamiche industriali. Durante le lezioni verranno presentati i paper che rappresentano le pietre miliari sull’argomento, che verranno spiegati a lezione in modo da essere facilmente fruibili dagli studenti anche se in lingua inglese.

Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di:

  • Comprendere, disegnare e condurre analisi sull’evoluzione dei settori e sulla concorrenza.
  • Analizzare e descrivere l’evoluzione delle imprese, con particolare attenzione all’imprenditorialità.
  • Cogliere gli effetti delle policy, diretti e indiretti, sulla dinamica industriale.
  • Concettualizzare i temi relativi alle specificità del sistema industriale italiano (distretti, reti e social innovation)
  • Sviluppare le capacità di analisi in ambito strategico.

Numero di crediti: 12

Modalità d’insegnamento ed esame: Il corso è incentrato su lezioni frontali, sulla discussione in classe, e su un lavoro da svolgere in gruppo con altri studenti e che sarà presentato in classe alla fine del corso. L’esame potrà essere sostenuto interamente alla fine del corso (4 domande, 20 min l’una), oppure diviso in due momenti: un esonero a inizio novembre (2 domande, 20 min l’una) e uno scritto durante l’appello (2 domande, 20 min l’una). Esonero e appello verranno valutati indipendentemente in trentesimi, e il voto “degli scritti” sarà quindi la media dei due (quindi, esonero e appello varranno entrambe 50% del voto). il voto dell’esonero si può rifiutare, nel qual caso si dovrà sostenere l’esame intero durante l’appello. Il voto dell’esonero viene conservato per tutto l’anno accademico 2016-2017, e si perde però automaticamente all’inizio del corso l’anno accademico successivo. Oggetto di esame sarà tutto quanto viene svolto in classe, comprese le digressioni e le discussioni estemporanee non previste esplicitamente nel programma, compresi eventuali casi e testimonianze, le esercitazioni, nonché i lavori di gruppo presentati dagli studenti. Come regola, dunque, le lezioni costituiscono il bacino di conoscenze da cui attingere per sostenere l’esame, mentre gli altri materiali (libro di testo, paper) sono unicamente materiale di supporto, utile all’approfondimento dei concetti e allo studio individuale. Le slide di ogni lezione saranno rese disponibili agli studenti il martedì sera o il mercoledì mattina, a meno di inconvenienti (nel qual caso saranno postate il prima possibile). Il lavoro di gruppo verrà valutato con un punteggio da 0 a 5. I punti verranno considerati come un bonus che si aggiungerà al voto dell’esame scritto (per cui se il lavoro di gruppo viene valutato +3, gli studenti parte di quel gruppo potranno aggiungere un +3 al proprio voto dello scritto). Il lavoro di gruppo è dunque una parte centrale del corso, ma resta facoltativo. Se lo studente non potesse partecipare al lavoro di gruppo dovrà tempestivamente comunicarlo al docente.  Il bonus dovuto al lavoro di gruppo viene conservato per tutto l’anno accademico 2016-2017, e si perde però automaticamente all’inizio del corso l’anno accademico successivo.

Libri di testo: il corso si basa sui lavori fondamentali che hanno creato il field di dinamiche industriali. I paper, quasi tutti in lingua inglese, saranno illustrati e spiegati in dettaglio durante le lezioni in modo da renderli fruibili. Tuttavia, non tutti i paper inclusi nella “reading list” verranno trattati in classe. Inoltre ci si riserva di aggiungere durante il corso ulteriori paper attualmente non presenti nella reading list da trattare in classe (che diventeranno quindi materia di esame) nel caso lo svolgimento del corso e le discussioni in classe lo rendessero necessario.

Il libro di testo di riferimento, che copre solo alcuni argomenti del corso (capitoli 2, 3 a 5-9 e 14) ma che permette di ampliare lo studio anche ad argomenti non oggetto di questo corso è il testo di L.M. Cabral, Economia Industriale, Carocci editore.

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.