Risultati a.a. 2014/2015

Ai fini della verifica finale sono stati identificati sette temi trattati nel ciclo dei seminari che saranno affrontati da altrettanti gruppi che provvederanno a realizzare una presentazione in Power Point di 5 pagine basata su uno schema reso disponibile nella sezione dedicata ai materiali didattici.

I temi potranno essere affrontati con libertà di approccio, adottando tra le chiavi di lettura possibili, approfondimenti di carattere territoriale, analisi in serie storica e/o confronti internazionali.

La composizione dei gruppi per lo svolgimento della verifica finale (presentazioni 11 maggio 2015) è la seguente:

NOME COGNOME GRUPPO ARGOMENTO
Lorenzo Calanca 1 Turismo
Elisabetta Lizzi 1 Turismo
Chiara Pacini 1 Turismo
Francesca Santucci 1 Turismo
Flaminia Caccia 2 Agroalimentare
Alessia Corigliano 2 Agroalimentare
Marika Ilenia Maddalena 2 Agroalimentare
Ilaria Scibelli 2 Agroalimentare
Claudio Abramo 3 Mercato del lavoro
Marco Camposarcone 3 Mercato del lavoro
Emanuele Ferretti 3 Mercato del lavoro
Andrea Sciacca 3 Mercato del lavoro
Paolo Germano 4 Made in Italy
Federico Pagnanini 4 Made in Italy
Francesco Renzi 4 Made in Italy
Gabriele Rivosecchi 4 Made in Italy
Pierfrancesco Sebastiani 4 Made in Italy
Alessio d’Ambrosio Lettieri 5 Industria manifatturiera
Ciriaco Marasca 5 Industria manifatturiera
Mattia Nardelli 5 Industria manifatturiera
Emiliano Pinzuti 5 Industria manifatturiera
Michele Francesco Ferraro 6 Commercio
Marco Pellarin 6 Commercio
Francesco La Torre 7 Posizionamento internazionale
Antonio Miloso 7 Posizionamento internazionale
Silvia Patacca 7 Posizionamento internazionale
Antonio Simone 7 Posizionamento internazionale
Gianmarco Vitiello 7 Posizionamento internazionale

 

Risultati della verifica

Tutti i lavori presentati si sono rivelati soddisfacenti in termini di correttezza, completezza e capacità di interpretare i fenomeni proposti. Di seguito vengono presentati i materiali presentati con un sintetico giudizio di riferimento.

A conclusione del ciclo un ringraziamento va a Mirko Menghini e Marco Pini per il supporto alla realizzazione di approfondimenti che hanno consentito di entrare nell’analisi di alcuni temi.

Gruppo 1 – Turismo

Il lavoro si presenta chiaro nell’inquadramento degli obiettivi e nella identificazione delle fonti e classificazioni di riferimento.
Apprezzabile la scelta di focalizzare il turismo su un tema, quello della permanenza media, data la necessità di concentrare la presentazione in tempi e spazi limitati., con una focalizzazione sul tema della permanenza media dei turisti.
Buona l’idea di effettuare il confronto dell’Italia con una selezione di paesi europei, ovviando nel caso del Regno Unito a una difficoltà di reperimento dati.

Suggerimenti: maggiori specifiche su titoli di grafici, tabelle e relative fonti.

Turismo – Calanca Lizzi Pacini Santucci

Gruppo 2 – Agroalimentare

Molto valida e originale la scelta di concentrare il tema dell’agroalimentare sui prodotti di qualità e in particolare sulle certificazioni DOP, IGP, STG, con uno sforzo peculiare nella attività di reperimento dati.
Analisi storica con evidenza della crescita delle certificazioni e successivo focus sugli operatori dei comparti ortofrutticoli e cereali e oli extravergine di oliva.
Presentazione curata, con una giusta digressione sul tema dell’EXPO di Milano 2015.

Suggerimenti: qualche elemento in più sulla puntualizzazione delle conclusioni.

Agroalimentare – Scibelli Maddalena Caccia Corigliano

Gruppo 3 – Mercato del lavoro

Presentazione molto valida e di taglio di analisi economica, focalizzata sulla scelta precisa di approfondire il tema retribuzioni italiane dall’inizio della crisi economica mondiale ad oggi.
Molto interessante la messa a confronto in serie storica di aggregati e indicatori di origine diversa: le retribuzioni, il Prodotto interno Lordo e il tasso di occupazione.
Ottima capacità di cercare risposte a ipotesi di ricerca tramite la lettura di dati quantitativi.

Suggerimenti: maggiori commenti e indicazioni sulle slides, molto di sostanza, meno di “comunicazione”.

Mercato del lavoro Abramo Camposarcone Ferretti Sciacca

Gruppo 4 – Made in Italy

Presentazione molto completa e ben impostata, in cui è apprezzabile lo sforzo di inquadramento definitorio del settore trasversale del Made in Italy.
Particolarmente indicato l’approccio per Valori medi unitari che pone in evidenza le peculiarità qualitative di queste produzioni, nonché l’analisi in serie storica sia su base 2002, sia con tassi di variazione annui.
Conclusioni ben puntualizzate.

Suggerimenti: presentazione molto fitta di contenuti, e di testo nel caso delle conclusioni.

Made in Italy Germano Rivosecchi Sebastiani Renzi Pagnanini

Gruppo 5 – Industria manifatturiera

Il lavoro integra dati derivanti da Comtrade, dagli archivi Eurostat e i dati Istat concentrandosi sui dati di export.
L’approccio nella produzione degli indicatori mette in rapporto in modo efficace i dati di export con il prodotto interno lordo. Efficace la selezione di paesi Ue per il confronto e la focalizzazione su petrolio e derivati; prodotti farmaceutici e moto autoveicoli.

Suggerimenti: ampliamento del campo di analisi rispetto ai temi dell’export, sviluppo dei grafici in modo meno standardizzato.

Industria – Dambrosio Marasca Nardelli Pizzuti

Gruppo 6 – Commercio

Il lavoro presentava la difficoltà di entrare su un settore specifico quale il commercio, con la necessità di trovare una chiave di lettura utile a una presentazione di sintesi.
La focalizzazione sull’indice delle vendite è corretta e l’inquadramento delle definizioni puntuale.
Interessante l’analisi in serie storica su base annua e mensili, così come l’articolazione dell’analisi tra grande distribuzione e piccole superfici, nonché l’adozione del coefficiente di variazione per misurare la variabilità dei risultati.
Suggerimenti: qualche considerazione integrativa sulle differenze di consistenza e di distribuzione tra grandi e piccole superfici.

Commercio – Pellarin e Ferraro

Gruppo 7 – Posizionamento internazionale

Buona impostazione iniziale e focalizzazione dell’obiettivo con una analisi sviluppata su una serie storica decennale e un confronto con i paesi di area euro.
Integrazione tra dati sugli indici di produzione manifatturiera e dati di export.
Efficace l’analisi grafica delle serie, e le elaborazioni dei dati di variazione temporale.

Suggerimenti: maggiore approfondimento nelle analisi, ad esempio dal punto di vista settoriale.

Posizionamento internazionale – Latorre Miloso Patacca Simone Vitiello