Programma a.a. 2011/2012

A. A.  2011/2012

Docente Nicola Lupo
Facoltà Giurisprudenza
Corso di laurea Ciclo Unico
Disciplina Diritto delle assemblee elettive
Settore scientifico disciplinare (SSD) IUS/09
Anno di corso V anno
Semestre II semestre
Numero totale di crediti 6
Carico di lavoro globale 150
Ore didattica frontale 30
Propedeuticità   Diritto costituzionale 1
E-mail* nlupo@luiss.it nilupo@gmail.com
Contenuti del corso 1.         La politica e i suoi limiti: il diritto parlamentare come avanguardia del diritto costituzionale2.         La storia dei regolamenti parlamentari: un’evoluzione nel segno della continuità e dell’adattamento. L’assai parziale adeguamento dei regolamenti parlamentari al nuovo sistema elettorale e al nuovo titolo V della Costituzione.

3.         Le fonti del diritto parlamentare: Costituzione (e leggi costituzionali), regolamenti parlamentari (generali e speciali), leggi, consuetudini, convenzioni e prassi, alla luce della giurisprudenza costituzionale

4.         Lo status dei parlamentari: la verifica dei poteri, l’insindacabilità, la tutela della libertà personale, le indennità

5.         I parlamentari e la rappresentanza politica: sistemi elettorali, gruppi, maggioranza e opposizione

6.         La struttura del Parlamento: bicameralismo, commissioni (e comitati), giunte, presidenti

7.         Le funzioni del Parlamento: di garanzia costituzionale, di indirizzo, legislativa, di controllo, para-giurisdizionale e para-amministrativa

8.         I procedimenti parlamentari: organizzatori (la programmazione dei lavori in aula e in commissione), fiduciari, legislativi, conoscitivi, di indirizzo

9.         Parlamento e Regioni: le procedure del parlamento nazionale di interesse regionale. Le assemblee elettive regionali e locali alla ricerca di una identità in forme di governo con i vertici dell’esecutivo eletti direttamente

10.       I parlamenti nazionali nell’Unione Europea e il Parlamento europeo

11.       Linee evolutive del parlamento in una forma di stato quasi-federale e in una forma di governo maggioritaria. Le riforme prospettate e quelle in itinere.

Testi di riferimento** Testo di base: Manzella A., Il parlamento, III ed., Il mulino, Bologna, 2003.Le edizioni aggiornate dei regolamenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

Per aggiornamenti e integrazioni:

Gianniti L.-Lupo N., Corso di diritto parlamentare, Il mulino, Bologna, 2008.

De Cesare G. (a cura di), Il diritto parlamentare nell’età del disincanto, Aracne, Roma, 2011.

AAVV, Lezioni di diritto parlamentare europeo, Giappichelli, Torino, in corso di pubblicazione.

Obiettivi formativi Il corso di propone di guidare all’acquisizione della conoscenza critica delle procedure e dei metodi di lavoro del Parlamento italiano, anche in rapporto alle assemblee elettive sovranazionali (e dunque essenzialmente al Parlamento europeo) e a quelle delle regioni e degli enti locali. Nella ricostruzione dell’evoluzione delle procedure parlamentari si darà particolare importanza alle trasformazioni derivanti dall’entrata in vigore delle leggi elettorali prevalentemente maggioritarie, considerate come un vero e proprio spartiacque delle regole relative al funzionamento del sistema politico e delle assemblee parlamentari.
Metodi didattici Lezioni, esercitazioni in aula, interventi di parlamentari e di funzionari parlamentari, esercitazioni sui siti internet di Camera e Senato, simulazioni di procedure
Modalità di verifica dell’apprendimento*** Esposizione in classe di una sentenza in materia (scelta preferibilmente in un elenco indicato dal docente) e successiva stesura di una nota a sentenza, in vista della sua discussione nel corso dell’esame orale.
Criteri per l’assegnazione dell’elaborato finale
Prerequisiti